Ferraioli (commissione bonifiche): "Il porto non ha considerato tecniche di dragaggio moderne"

La commissione bonifiche del Comune della Spezia ha consegnato alla magistratura il verbale delle audizioni durante le quali i tecnici dell’Autorità Portuale spezzina hanno aggiornato il Consiglio Comunale sugli interventi in corso nei fondali del golfo spezzino.

LA SPEZIA - La commissione bonifiche del Comune della Spezia ha consegnato alla magistratura il verbale delle audizioni durante le quali i tecnici dell’Autorità Portuale spezzina hanno aggiornato il Consiglio Comunale sugli interventi in corso nei fondali del golfo spezzino.

Nei giorni scorsi la procura ha aperto un’indagine ipotizzando la violazione dolosa delle disposizioni in materia ambientale, iscrivendo nel registro degli indagati un tecnico dell’Autorità Portuale e due imprenditori.

“Gli episodi dell’anno scorso hanno sollevato molte perplessità – dice il presidente della Commissione Maurizio Ferraioli – noi in commissione avevamo proposto più volte forme di dragaggio diverse che potevano essere applicate, forme moderne che danno meno rischio di possibili dispersioni di fanghi nel golfo”.

Insomma Ferraioli fa capire che il Porto della spezia non ha seguito le pressioni che arrivavano dal Comune per porre maggiore attenzione all’ambiente durante i lavori di dragaggio. E rispetto alle tensioni (che riguardano anche il progetto del nuovo fronte a mare della Spezia) tra Comune e Autorità Portuale, Ferraioli auspica che non ci siano condizionamenti legati a questa vicenda:

“Quando si parla di ambiente e di porto non si deve andare incontro a queste discussioni. L’ambiente è una cosa primaria - conclude il presidente della commissione - Con le nuove tecnologie il tema del lavoro e quello dell’ambiente possono essere tutelati entrambi in modo prioritario”.

L'intervista al Presidente della Commissione Dragaggi nel Golfo di La Spezia Maurizio Ferraioli

 

Fonte: La Spezia Primo Canale

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS