8 Novembre a Ecomondo il workshop su geotermia e innovazione "Ecologia è Economia!"

workshop giga free ecomondo rimini 8 novembre 8/11Venerdì 8 Novembre nello Spazio Key Energy dentro al grande manifestazione fieristica di Ecomondo il coordinamento di tutte le associazioni FREE ha uno spazio dove si svolgono confronti e scambi di idee e si intrecciano nuove sfide tecnologiche.


In questo ambito il Coordinamento FREE, venerdì 8 novembre dalle 10 alle 13 organizza un workshop che mette assieme le svolte tecnologiche concrete che curano la terra e ne imparano ad utilizzatre le risorse rinnovabili senza produrre nuovi danni e anzi cominciando la cura per guarire dal disastro climatico incombente ribadito proprio ieri dagli scienziati ONU.

Si tratta di innovazioni che oggi consentono di riscaldare e raffrescare dalle serre alle imprese alle abitazioni utilizzando il naturale calore terrestre oppure che riescono a fare energia elettrica anche utilizzando campi caldi anche sotto i 100 gradi e con poche decine di metri di acqua al secondo oltretutto senza alcun prelievo o fuoriuscita. La Geotermia diviene quindi utilizzabile ad ogni latitudine verrebbe da dire coccolati dal ventre della terra.

Straordinarie poi le altre innovazioni presentate, dall'esperienza di SECAM che da azienda pubblica mostra un modello di altissima efficienza ecologica ed economica con realizzazioni come la raccolta porta a porta da oltre 10 anni per i rifiuti, oppure l'impianto Bioase per la riduzione della parte indifferenziata, l'avvio dell'impianto di biogas dai liquami vero gioiello di inserimento ambientale e di buon funzionamento concreto fino alla strategia dell'acqua a km 0.

Sarà presente anche DECOMAR con il suo "dragaggio senza draghe" di cui Ecquologia.com ha già parlato altre volte e che sta ottenendo sempre più riconoscimenti a livello mondiale.

L'altra novità è il sistema di depurazione G-TURBO che conosciamo appena per la sua promessa di ridurre di quattro quinti i fanghi di depurazione e quindi di ridurre impatti e costi di ogni tipo di depurazione civile ed industriale.

SIDEA presenterà la sua nuova strategia per la naturizzazione dalle piazze alle cucine domestiche insistendo nella strada della qualità e del rigore senza scorciatoie che fanno della naturizzazione non solo un sistema per il risparmio dei vuoti e per il risparmio di ognuno di noi ma anche una grande evoluzione nella qualità dell'acqua che beviamo. Al confronto sono invitate tutte le associazioni FREE presenti con stand alla fiera con tra gli altri Massimo Venturelli, Maria Laura Cantarella, Giorgio Ruffini e Antonio Rancati.


Venerdì ore 10:00 - 13:00

"ECOLOGIA E' ECONOMIA" - Workshop su geotermia e innovazioni per il 2020 a cura del gruppo G.I.G.A., Coordinamento FREE e di ECQUOLOGIA.COM

Key Energy - Spazio FREE padiglione B5 066


SESSIONE 1 - "Buone pratiche di Geotermia Concreta"

Introduce Prof. Giuliano Gabbani - Resp. Scientifico G.I.G.A. e Docente Università di Firenze


"Le nuove prospettive della Geotermia 2020"

Ennio Galazzini -  GEOTERMIA SRL


1 - Bio Agriturismo Vojon - già premio Nazionale Lega Ambiente 2006 con il Progetto V.E.R.I.A. che esprime la geotermia a bassa entalpia nelle tre forme:

  • Aria-aria
  • Acqua-acqua
  • Terra-acqua
  • Biomassa
  • Solare termico
  • Fotovoltaico


2 - Serre floricole dell’Azienda Agricola Ciucciovè - in Montecassiano (MC) 2010:

  • mq 5.000 serre riscaldate con pompe di calore alimentata da fotovoltaico da Kw 120;
  • Pompe di Calore geotermiche  da Kw 100 ciascuna alimentate da 40 sonde geotermica di m 100;
  • Pompe di Calore aerotermiche
  • Software che gestisce l’alternanza in funzione delle condizioni climatiche esterne consentendo il massimo risparmio energetico/economico.


Sessione 2 - "Innovazioni Tecnologiche"

Coordina: Sauro Valentini Presidente Gruppo G.I.G.A. Geotermia


"Dai rifiuti, ai liquami alle acque: le realizzazioni Secam per trasformare i problemi in soluzioni e risorse."

Andrea Mariani - Direttore SECAM Sondrio


"G-TURBO L'altra depurazione un quinto di fanghi, un quinto di spazio un nulla di emissioni."

Ugo Bilardo - HC development


"Il dragaggio senza draghe"

Davide Benedetti - Amministratore DECOMAR


"L'acqua a km 0. Dai fontanelli al Gufo l'evoluzione della naturizzazione dell'Acqua."

Lorando Ferracci Sidea Italia


CONCLUSIONI

Fabio Roggiolani vice presidente G.I.G.A. e fondatore di Ecquologia.com

 

 

Segui le notizie di Ecquologia! 

facebook ecquologia official page

Oggi la giustizia russa ha accusato di teppismo/vandalismo (o meglio di hooliganismo, nemmeno fossero ultras della Dinamo Mosca)  26 membri dell’equipaggio su 30 della nave di Greenpeace  Arctic Sunrise. Lo ha confermato a Ria Novosti Mikhail Kreindlin, l’avocato russo messo a disposizione dei suoi attivisti da Greenpeace.  Ieri anche all’attivista italiano Cristian D’Alessandro è stata formalizzata l’accusa di vandalismo.

«Le accuse sono state portate contro altre 9 persone , portando a 26 il numero dei membri dell’equipaggio incolpati di questo delitto», ha spiegato Kreindlin, sottolineando che l’accusa non ha ritirato ancora le accuse di pirateria che pesano  sui militanti ambientalisti, arrestati il 18 settembre dalla Guardia costiera di frontiera russa mentre tentavano di scalare una piattaforma petrolifera di Gazprom nel Mar della Pecora.

Secondo il Comitato d’inchiesta russo il comportamento dei militanti di Greenpeace ha messo in pericolo la vita di chi lavorava sulla piattaforma Gazprom. Vladimir Tchuprov, direttore del programma Artico di Greenpeace Russia, ha risposto che «Le azioni dei militanti di Greenpeace nel Mar di Pecora non possono costituire una minaccia per la vita delle persone che lavorano sulla piattaforma petrolifera Prirazlomnaia. Questa accusa che era stata formulata all’inizio. E’ evidente che le azioni dei militanti ecologisti non possono né perturbare il funzionamento della piattaforma, né costituire una minaccia per la vita del suo personale. Essendo Greenpeace un’organizzazione non violenta, i suoi militanti sono i soli a rischiare la loro salute e la loro vita durante azioni come quella. I militanti di Greenpeace seguono una formazione specializzata prima di prendere parte a manifestazioni di questo genere. Apprendono a comportarsi senza ricorrere alla violenza, ad escludere ogni minaccia ed ad evitare i rischi per gli altri. Questo è il primo principio applicato da Greenpeace durante le sue azioni. L’esperienza dimostra che I militanti ecologisti sono I soli ad esporsi al pericolo. Le operazioni di Greenpeace non hanno mai fatto una sola vittima nel mondo. Le forze dell’ordine non possono non saperlo».

Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo di Greenpeace Italia, sottolinea che «Le autorità russe hanno formalizzato l’accusa di vandalismo, senza ancora far decadere quella di pirateria come annunciato, ma la sostanza non cambia: la detenzione dell’equipaggio di Greenpeace e dei giornalisti e il sequestro della nave è del tutto illegittimo. Se l’accusa di pirateria si è rivelata inconsistente, quella di vandalismo oltre ad essere ugualmente assurda, mai comunque avrebbe dato il diritto di abbordare la nave di Greenpeace in acque internazionali».

Intanto l’Olanda ha deciso di portare il caso Russia-Greenpeace davanti al Tribunale internazionale del diritto del mare (Itlos), previsto dalla Convenzione Onu sul Diritto del Mare (Unclos) e la prima udienza è fissata ad Amburgo per il 6 novembre. La Russia, pur avendo sottoscritto l’Unclos, ha detto che non parteciperà al processo e non accetterà le decisioni del Tribunale.

Greenpeace fa notare che «Se la Russia dovesse davvero rifiutare la decisione del Tribunale, il risultato sarebbe una crisi generale del Diritto Internazionale ben oltre i limiti della questione tra Russia e Olanda. Il principio della libera navigazione in acque internazionali, che è alla base del diritto marittimo, sarebbe seriamente compromesso. Dal giorno dopo, infatti, chiunque può inventarsi accuse di pirateria come hanno fatto le autorità russe, abbordare e sequestrare chi vuole e poi rifiutare il giudizio del Tribunale internazionale».

- See more at: http://www.greenreport.it/news/comunicazione/russia-contro-greenpeace-hooliganismo/#sthash.NnWIIQBP.dpuf

ecquologia news official twitter




 

 

 

 

 

 

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS