Inquinamento stradale: in estate l'asfalto raddoppia le sue emissioni, un nuovo studio

E' passato appena un mese da quando abbiamo approfondito, dati alla mano, gli effetti deleteri dell'isola di calore urbano che in estate esalta i fenomeni di emissione di inquinanti in atmosfera, individuando anche negli asfalti attualmente impiegati uno dei maggiori acceleratori dei fenomeni (vedi articolo "L'inferno cittadino: perchè bisogna spegnere il “Forno stradale” e aumentare l’effetto Albedo). (foto copertina di Foto di Eddie Pelletier da Pixabay)

 

Proprio sul ruolo deleterio del mix asfalto-irraggiamento solare, un nuovo studio pubblicato sulla rivista Science Advances, elaborato da Peeyush Khare della Yale University e basato su esperimenti di laboratorio con esposizione a diversi agenti, come incremento di temperatura e di irraggiamento solare.

I risultati dello studio evidenziano che un aumento medio di 20 gradi, del tutto comparabile con quello che avviene nelle nostre aree urbane nella stagione estiva a causa delle alte temperature, determina un raddoppio delle emissioni totali dell'asfalto, la cui esposizione diretta ai raggi solari determinerebbe addirittura una quadruplicazione delle emissioni dell'asfalto stesso.

Secondo lo studio, con l'inarrestabile incremento delle temperature determinato dai cambiamenti climatici, le strade urbane diverrano una sorgente di emissione sempre più rilevante, potendo arrivare a superare in futuro, quelle dei veicoli diesel e benzina.

Sauro Secci 

 

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS